Transalpina | 2022 | N. 25

Anno 2022 – 25 – N. 25
A cura di Valeria Allaire

Autore/i articolo: Mariella Colin, Stefano Lazzarin
Titolo articolo: Introduzione

I misteri urbani sono uno dei generi più affascinanti della letteratura ottocentesca. Letti da tutti all’epoca della loro pubblicazione in Francia, Les mystères de Paris di Eugène Sue conosceranno un successo immediato e, dopo la loro uscita, una subitanea fioritura di imitazioni in tutta Europa. In Italia provocano un diluvio di pubblicazioni direttamente legate alla cultura italiana e alle sue costanti culturali maggiori, prima fra tutte la diversità geografica : Roma, Palermo, Milano, Napoli, Firenze, Genova celano misteri che numerosi scrittori si dedicheranno a rivelare ai loro lettori. Una diversità geografica a cui corrisponde una varietà altrettanto vasta di registri narrativi, che andranno, a mano a mano che il secolo avanza, dagli intrighi tenebrosi ai pamphlets anticlericali, dai romanzi criminali ai reportages giornalistici, dalle inchieste sociologiche ai manifesti politici anarchici o socialisti.

Lingua: Francese
Pag. 9-16
Etichette: Città, Immaginario, Italian Studies, Letteratura, XIX secolo,

Autore/i articolo: Stefano Pifferi
Titolo articolo: Un eccentrico mistero nella Roma di metà Ottocento : Una vedova e un mistero. Storia del secolo XIX (1846) di Cesare Malpica

L’azione del primo romanzo di un rappresentante del Romanticismo napoletano qual era Cesare Malpica si svolge in una Roma della metà dell’Ottocento tanto tentacolare quanto cosmopolita, fra rappresentazioni teatrali à la page, ozii più o meno creativi nei caffè e dissertazioni erudite spesso pedanti. Pubblicata in lieve anticipo sulla diffusione italiana dei misteri, la vicenda di una sventurata vedova straniera intorno alla quale ruotano personaggi abietti o virtuosi – un Conte meditabondo e puro, un Marchese attempato e meschino, un Visconte francese libertino e al limite del diabolico – si focalizza non sui bassifondi cittadini o gli emarginati, come nella tradizione europea del genere, bensì sui sofisticati stratagemmi di una fetta di società cittadina alta, annoiata e dedita alla bella vita. Le finalità pedagogiche più che la denuncia sociale sono quindi al centro di un mistero eccentrico qual è Una vedova e un mistero.

Lingua: Italiano
Pag. 17-32
Etichette: Nobiltà, Romanticismo, Romanzo, XIX secolo, Cesare Malpica, Una vedova e un mistero, Roma

Autore/i articolo: Daniela Bombara
Titolo articolo: I misteri di Palermo di Benedetto Naselli : la tragedia del proletariato siciliano, fra povertà, oppressione nobiliare, corruzione

L’articolo intende esaminare I misteri di Palermo (1852) di Benedetto Naselli all’interno del sottogenere dei misteri italiani e in relazione con l’archetipo francese, Les Mystères de Paris (1842-1843) di Eugène Sue. I due romanzi condividono un’istanza di denuncia sociale, illustrando le tragiche conseguenze della povertà, la debolezza della legge, l’oppressione delle classi dominanti. Il feuilleton di Naselli non presenta però una figura cardine nell’opera fonte, il Superuomo, che contrappone la sua giustizia a quella fallace di Stato. Nel romanzo di Naselli, come anche nella sua opera teatrale, I Beati Paoli o La famiglia del giustiziato (1864), è presente un assoluto pessimismo : non è risolvibile la condizione negativa dei poveri, indifesi di fronte alla prepotenza nobiliare, condannati alla prigione, alla follia, alla morte. Anche coloro che dovrebbero difenderli dai soprusi, quali la leggendaria setta dei Beati Paoli, sono in realtà preda di interessi particolaristici ; il popolo siciliano è abbandonato dalla legge, dai potenti, dai suoi stessi miti.

Lingua: Italiano
Pag. 33-50
Etichette: Nobiltà, Povertà, Romanzo, Società, XIX secolo, Benedetto Naselli, I misteri di Palermo, Palermo

Autore/i articolo: Marina Formica
Titolo articolo: Delitti e misteri. Modalità discorsive, immagini e rappresentazioni nella narrativa ottocentesca d’ambientazione romana

L’articolo analizza il filone dei misteri romani impostosi nel panorama letterario degli anni post-unitari. Dai primi anni Sessanta dell’Ottocento anche i torchi tipografici italiani, infatti, avevano iniziato a concentrarsi su una narrativa legata al mondo sotterraneo delle città, riscuotendo un grande successo di pubblico. E fu appunto all’interno di questo corpus, eterogeneo e ad ampia diffusione, che prese vita il filone narrativo in oggetto, tuttora poco noto nonostante la sua rilevanza quantitativa e, soprattutto, qualitativa. Per esaminare le implicazioni politiche, culturali, religiose di quello che potrebbe essere definito un sottogenere dei misteri, si prenderanno in esame testi e autori, forme letterarie e canali di comunicazione, prestando un’attenzione mirata all’uso della storia, passata e contemporanea ; si ricostruiranno le figure principali di eroi e antieroi ; si analizzeranno le strategie di costruzione della memoria, con le loro diverse periodizzazioni e modalità di formazione delle aspettative.

Lingua: Italiano
Pag. 51-68
Etichette: Delitto, Letteratura italiana, Memoria, Storia, XIX secolo, Roma

Autore/i articolo: Laura Fournier-Finocchiaro
Titolo articolo: Les Misteri del chiostro napoletano d’Enrichetta Caracciolo, entre mystères urbains, récit anticlérical et roman national

L’analisi dei Misteri del chiostro napoletano (1864) di Enrichetta Caracciolo di Forino ci permette di identificare vari elementi che avvicinano questa narrazione autobiografica alla tradizione dei romanzi di misteri italiani. Le memorie di Caracciolo, giovane aristocratica napoletana costretta alla monacazione contro la sua volontà e rinchiusa in diversi monasteri benedettini, rivelano luoghi inesplorati e inaccessibili della vita monastica a Napoli che seguono la stessa logica della malavita ; mettono in scena personaggi abnormi e patologici e meccanismi psicologici manichei intorno al personaggio centrale che incarna la vittima ; e sfruttano, per finire, documenti statistici e una testimonianza individuale per denunciare situazioni di violenza legate alla reclusione forzata. Rimaneggiato da vari autori prima della pubblicazione, il racconto di Caracciolo si inserisce inoltre nel quadro della letteratura anticlericale italiana come nel genere delle memorie patriottiche

Lingua: Francese
Pag. 69-86
Etichette: Abuso, Autobiografia, Monacazione, Monachesimo, Nobiltà, Società, Tradizione, XIX secolo, Enrichetta Caracciolo, Misteri del chiostro napoletano, Napoli

Autore/i articolo: Stefano Serafini
Titolo articolo: Gotico e misteri nell’Italia post-unitaria

Questo intervento analizza una serie di romanzi post-unitari appartenenti al filone dei misteri attraverso il prisma del gotico urbano, focalizzandosi sulla metafora della città-labirinto e sulla rappresentazione delle classi subalterne in termini di alterità. Questi testi costituiscono prezioso materiale per indagare le dinamiche sociali alla base del processo di costruzione del nuovo Stato. Autori come Francesco Mastriani e Giulio Piccini, marginalizzati in quanto popolari e disimpegnati, usano i tropi dei misteri per criticare apertamente gli amministratori del Regno d’Italia, ritenuti incapaci di far fronte a problemi come il crimine violento, la disuguaglianza sociale, la povertà estrema e la prostituzione. Il risultato finale, tuttavia, è ambiguo. Lo scopo dell’articolo è mostrare come la denuncia dei mali della città risulti paradossalmente funzionale al processo di normalizzazione del corpo sociale attuato dallo Stato.

Lingua: Italiano
Pag. 87-100
Etichette: Politica, Popolo, Potere, Povertà, Stato, Unità d'Italia, XIX secolo, Francesco Mastriani, Giulio Piccini, Regno d'Italia

Autore/i articolo: Luca Bani
Titolo articolo: Paolo Valera : ideologia e critica sociale nella Milano dei misteri urbani

Il saggio ripercorre brevemente la ricezione e la fortuna critica di Paolo Valera, per poi concentrarsi sulle opere che contraddistinguono le due fasi della sua vicenda letteraria : il reportage Milano sconosciuta e il romanzo La folla. Questi due testi sono entrambi riconducibili al genere dei misteri urbani e, pur derivati da prospettive ideologiche diverse, attraverso la ricognizione degli spazi degradati della metropoli milanese vogliono porre all’attenzione dell’opinione pubblica la questione dell’ingiustizia sociale, prodotta dal consolidarsi del sistema capitalistico e dal prevalere del moralismo borghese che caratterizzano la realtà italiana post-unitaria.

Lingua: Italiano
Pag. 101-118
Etichette: Borghesia, Capitalismo, Critica sociologica, Moralismo, Povertà, Territorio, XIX secolo, Paolo Valera, La folla, Milano sconosciuta, Milano

Autore/i articolo: JULIEN LE MAUFF
Titolo articolo: Machiavel et la question biographique

La pubblicazione, in pochi mesi, della traduzione francese dell’edizione definitiva della Vita di Machiavelli di Roberto Ridolfi, e di due nuove biografie, una di Jean-Louis Fournel e Jean-Claude Zancarini, e l’altra di Alexander Lee, ci permette di approfondire le nostre conoscenze sul segretario fiorentino, e rinnova i dibattiti intorno al processo biografico stesso. Le strategie e le scelte metodiche degli autori illustrano le questioni aperte negli ultimi decenni a proposito della biografia, e ci portano a mettere in discussione le interpretazioni e silenzi di ciascuno.

Lingua: Francese
Pag. 121-136
Etichette: Biografia, Critica storica, Rinascimento, XVI secolo, Niccolò Machiavelli, Firenze

Autore/i articolo: Heloïse Moschetto
Titolo articolo: Poétiques et polémiques : le paradoxe du prix Nobel attribué à Quasimodo et ses conséquences dans la réception de son œuvre en France

Se si associa spontaneamente Quasimodo all’ermetismo e al premio Nobel per la letteratura, si conoscono meno le – tuttavia numerose – polemiche che hanno scandito la vita dell’autore e influenzato profondamente la ricezione della sua opera. La prima polemica riguarda la traduzione dei Lirici greci, considerata per la sua virulenza e per le divergenze che ha causato un vero e proprio caso letterario. La seconda è dovuta al cambiamento di registro delle poesie del dopoguerra, vissuto da critici e lettori come un tradimento della poetica della parola che aveva reso celebre il suo autore. La terza nasce con l’attribuzione del premio Nobel, sentita dall’intellighenzia letteraria dell’epoca come illegittima proprio a causa delle due precedenti. In questo articolo, cercheremo di mostrare l’influenza di queste polemiche sulla poetica quasimodiana e l’impatto che esse hanno avuto sulla ricezione dell’opera, in particolare in Francia.

Pag. 137-154
Etichette: Ermetismo, Letteratura italiana, Poetica, Polemica, Ricezione, XX secolo, Salvatore Quasimodo, Lirici greci,

Autore/i libro/articolo recensito: Costanza D’Elia
Titolo libro/articolo recensito: Le pagine e la vita. Francesco De Sanctis nella cultura europea del secondo Ottocento
Edizioni: Società napoletana di storia patria, Napoli – 2020
Lingua: Francese
Pag. 157-159
Recensore/i: Laura Fournier Finocchiaro
Etichette: Critica letteraria, Critica storica, Cultura, Letteratura, XIX secolo, Francesco De Sanctis, Europa

Autore/i libro/articolo recensito: ANN LAWSON LUCAS
Titolo libro/articolo recensito: Emilio Salgari. Una mitologia moderna tra letteratura, politica, società, vol. IV, Bibliografia storica generale. Bibliografia ragionata delle opere, della critica e delle pubblicazioni contestuali (1883-2012)
Edizioni: Olschki, Firenze – 2021
Lingua: Francese
Pag. 159-161
Recensore/i: Mariella Colin
Etichette: Antologia, Bibliografia, Edizione, XIX secolo, Emilio Salgari,

Autore/i libro/articolo recensito: FIONA LEJOSNE
Titolo libro/articolo recensito: Écrire le monde depuis Venise au XVIe siècle. Giovanni Battista Ramusio et les Navigationi et viaggi
Edizioni: Droz, Ginevra – 2021
Lingua: Francese
Pag. 161-164
Recensore/i: Valeria Caldarella Allaire
Etichette: Conoscenza, Edizione, Geografia, Rinascimento, Scoperta dell’America, Viaggio, XVI secolo, Giovanni Battista Ramusio, Navigationi et viaggi, Venezia

Autore/i libro/articolo recensito: MICHELE LODONE
Titolo libro/articolo recensito: I segni della fine. Storia di un predicatore nell’Italia del Rinascimento
Edizioni: Viella, Roma – 2021
Lingua: Italiano
Pag. 164-166
Recensore/i: Valeria Caldarella Allaire
Etichette: Predica, Profezia, Religiosità, Rinascimento, XVI secolo, Firenze

Titolo libro/articolo recensito: Tra genere e generi. Tradurre e pubblicare testi per ragazze e ragazzi
A cura di: Roberta Pederzoli, Valeria Illuminati
Edizioni: FrancoAngeli, Milano – 2021
Lingua: Francese
Pag. 167-169
Recensore/i: Mariella Colin
Etichette: Femminismo, Giovinezza, Infanzia, Letteratura giovanile, Sessualità, Studi di genere, Traduzione, XXI secolo,

Autore/i libro/articolo recensito: STEFANO ORAZI
Titolo libro/articolo recensito: I garibaldini nelle Argonne. Tramonto di un mito politico
Edizioni: Il Mulino, Bologna – 2019
Lingua: Francese
Pag. 171-173
Recensore/i: Laura Fournier-Finocchiaro
Etichette: Guerra, Mito, Politica, Storia, XX secolo,

Titolo libro/articolo recensito: La carta veloce. Figure, temi e politiche del giornalismo italiano dell’Ottocento
A cura di: Morena Corradi, Silvia Valisa
Edizioni: FrancoAngeli, Milano – 2021
Lingua: Italiano
Pag. 173-174
Recensore/i: Mariella Colin
Etichette: Cultura, Giornalismo, XIX secolo,

Autore/i libro/articolo recensito: EDMONDO DE AMICIS
Titolo libro/articolo recensito: Dans le jardin de la folie
Traduttore: Jean-Pierre Pisetta
Edizioni: Allia, Parigi – 2021
Lingua: Francese
Pag. 175-176
Recensore/i: Mariella Colin
Etichette: Follia, Letteratura, Malattia, Traduzione, Uomo, XIX secolo, Edmondo De Amicis, Nel giardino della follia, Torino

Autore/i libro/articolo recensito: LOÏC SERON
Titolo libro/articolo recensito: Altipiano. Cheminer avec Mario Rigoni Stern
Edizioni: Éditions rue d’Ulm, Parigi – 2021
Lingua: Francese
Pag. 176-177
Recensore/i: Mariella Colin
Etichette: Biografia, Fotografia, Paesaggio, XX secolo, Mario Rigoni Stern,

Autore/i libro/articolo recensito: LUIGI PINTOR
Titolo libro/articolo recensito: Servabo. Mémoires de la fin du siècle
Traduttore: Franchita Gonzalez-Batlle, Lucie Marignac
Edizioni: Éditions Rue d’Ulm, Parigi – 2022
Lingua: Francese
Pag. 177-179
Recensore/i: Viviana Agostini-Ouafi
Etichette: Autobiografia, Comunismo, Memoria, Resistenza, XX secolo, Luigi Pintor, Servabo,

Titolo libro/articolo recensito: Donne in equilibrio – 1955/1965
A cura di: Stefania Ricci e Elvira Valleri
Edizioni: Electa, Milano – 2022
Lingua: Italiano
Pag. 179-181
Recensore/i: Lucia Tedesco
Etichette: Arte, Catalogo, Donne, Economia, Femminismo, Moda, XX secolo,