Studi e problemi di critica testuale | 2020 | N. 100

Anno 2020 – N. 100
A cura di Clara Cardolini Rizzo

Autore/i articolo: Emilio Pasquini
Titolo articolo: Ancora per il mio Maestro

Lo studioso Emilio Pasquini ricorda Raffaele Spongano, suo ‘maestro’ nel percorso di studi e formazione presso l’Università di Bologna.

Lingua: Italiano
Pag. 9-11
Etichette: Memoria, XX secolo, XXI secolo, Raffaele Spongano, Maestro, Bologna

Autore/i articolo: Simona Dall’Ara
Titolo articolo: Le carte di Raffaele Spongano

L’A. traccia un profilo dello studioso Raffaele Spongano, originario del Salento e venuto a mancare nel 2004 a Bologna, soffermandosi sullo stato e l’ordinamento del suo archivio, comprendente la corrispondenza, scandita in famigliare, per argomento, d’occasione e attinente la rivista “Studi e problemi di critica testuale”. Nell’ultima sezione del contributo, il discorso vira verso la figura di Arcangela Todaro Faranda, che sposò Spongano il 28 aprile 1930 e riaffiora direttamente e non tra le carte dell’archivio, la trasmissione di quest’ultimo e la biblioteca personale del critico nativo di Cellino San Marco.

Lingua: Italiano
Pag. 15-27
Etichette: Archivio, XX secolo, XXI secolo, Raffaele Spongano,

Autore/i articolo: Armando Antonelli
Titolo articolo: Intorno a una lettera-lascito dell’archivio di Raffaele Spongano

Dopo una lunga e puntuale introduzione sugli archivi di persona, lo studioso considera, in particolare, una lettera inviata da Spongano al sindaco di Bologna nel 2002 e in cui traspare il desiderio del critico salentino di lasciare in dono alla città, che lo aveva accolto per molti anni, la propria memoria scritta. Nello scambio Spongano indica altresì il luogo che idealmente e naturalmente avrebbe dovuto accogliere l’archivio e la biblioteca identificandolo con la Biblioteca Comunale dell’Archiginnasio di Casa Carducci, accanto all’archivio e alla biblioteca di Giosuè Carducci, di Francesco Zambrini e a quello della Commissione per i testi di lingua di Bologna di cui era stato a lungo presidente. Alla base del gesto – riferisce Antonelli – vi erano le intenzioni di Spongano di tramutare una memoria documentaria personale in una memoria comune e un’identità singolare in una collettiva.

Lingua: Italiano
Pag. 29-37
Etichette: Archivio, Epistolario, XX secolo, XXI secolo, Raffaele Spongano, Bologna

Autore/i articolo: Alfredo Cottignoli
Titolo articolo: Ricordo di un Maestro (con un elogio del leggere e correggere)

L’A. prende in considerazione i saggi accolti nel volume “Per i cento anni di un Maestro. Scritti in onore di Raffaele Spongano” (Bononia University Press, Bologna 2004), i più dei quali offerti a Spongano da allievi di generazioni diverse, cattedratici e non, ma tutti egualmente librati, secondo Cottignoli, sul filo della memoria e dettati dalla stessa gratitudine nei confronti dello studioso salentino. La pubblicazione è apprezzabile, a detta dell’A., per il suo valore documentario, che va oltre quello personale ed affettivo, per la preziosa testimonianza che esso offre sia del suo [di Spongano] lungo e fecondo magistero sia delle sue imprese editoriali, tra le quali la fondazione e direzione della rivista “Studi e problemi di critica testuale”, che lo impegnò costantemente nella lettura, correzione e rifinitura dei contributi apparsi al suo interno.

Lingua: Italiano
Pag. 39-42
Etichette: Memoria, XX secolo, XXI secolo, Raffaele Spongano,

Autore/i articolo: Vittorio Roda
Titolo articolo: Mirare al centro

Partendo dalla definizione di Spongano data da Croce quale ‘recensore mirante al centro’, in occasione della pubblicazione del suo primo scritto, una recensione, appunto, a una raccolta poetica di Vann’Antò, poeta siciliano della prima metà del Novecento, Roda evidenzia l’essenzialità di Spongano come uomo, non soltanto di studi: ‘il lettore si trova di fronte a un argomentare che non prevede una parola di troppo e che all’essenzialità associa una chiarezza alienissima dal volere intralciare, con inutili complicazioni o ambiguità, l’intelligenza del testo’. Ne integra, infine, l’immagine, descrivendo lo studioso, nativo di Cellino San Marco, come ‘un uomo di larghe vedute, capace di prestare attenzione anche a problemi che non rientravano nei suoi orizzonti abituali, e che amava poco parlare di sé, molto ascoltare le esperienze di chi lo andava a trovare e moltissimo riflettere in solitudine’.

Lingua: Italiano
Pag. 43-47
Etichette: Memoria, XX secolo, XXI secolo, Raffaele Spongano,

Autore/i articolo: Paola Vecchi Galli
Titolo articolo: Voci del “Fondo”

Nel passare in rassegna le carte del “Fondo Raffaele Spongano”, l’A. si sofferma sulle correzioni autografe in ‘lapis rosso e blu’ leggibili sulle redazioni altrui, sulla corrispondenza epistolare con Gianfranco Contini e non solo, sugli avantesti costituiti da numerosi reperti autografi (prime stesure, annotazioni bibliografiche, schede di manoscritti, trascrizioni di testi). Non appartengono al “Fondo”, invece, gli appunti relativi ai due corsi di “Letteratura italiana” tenuti da Spongano negli anni accademici 1968-1969 e 1969-1970 i cui quattro fascicoli dattiloscritti, riguardanti i “Canti di Castelvecchio” e gli “Ossi di seppia”, sono presi in considerazione dalla Vecchi Galli nell’ultima sezione del contributo.

Lingua: Italiano
Pag. 49-65
Etichette: Autografo, Fondo archivistico, XX secolo, XXI secolo, Raffaele Spongano,

Autore/i articolo: Paola Moreno, Irene Regini
Titolo articolo: Il rapporto tra gli intellettuali e i loro mecenati in una lettera inedita di Romolo Amaseo a Francesco Guicciardini. Edizione, traduzione e studio

Negli anni del suo governo bolognese, Francesco Guicciardini frequentò e intrattenne contatti epistolari con numerosi umanisti, tra cui Romolo Amaseo. Nell’articolo si pubblica una sua lettera al Guicciardini, secondo il testo del ms. D275inf. della Biblioteca Ambrosiana di Milano (minuta dell’autore). Tema della lettera è il galateo che regola il rapporto tra gli intellettuali e i loro mecenati: il binomio Amaseo-Guicciardini completa una serie di coppie esemplari tratte dalla tradizione greco-latina. Insieme alla lettera, l’umanista invia al Guicciardini tre traduzioni dal greco e alcune ‘orationes’, opere – si dimostra – selezionate per la loro coerenza con il tema della missiva.

Lingua: Italiano
Pag. 69-102
Etichette: Epistolario, Filologia, Mecenatismo, XVI secolo, Francesco Guicciardini, Romolo Amaseo,

Autore/i articolo: Giulia Beccaria
Titolo articolo: La biblioteca greca di Francesco Patrizi e le fonti di “Del governo de’ regni”

Dopo una sezione dedicata ai codici greci in possesso di Francesco Patrizi da Cherso e venduti nel 1575 a Filippo II di Spagna perché facessero parte della biblioteca dell’Escorial, il contributo prende in esame il testo di “Del governo de’ regni” (Ferrara 1583), traduzione dello “Stephanites kai Ichnelates” di Simeone Seth, che presenta, secondo la Beccaria, non pochi problemi testuali e filologici, primo fra tutti la controversa identità del traduttore e la questione delle fonti greche, che sono qui definitivamente indicate nell’Escorialense Y.III.6, manoscritto che contiene due versioni dello “Stephanites”. Il raffronto tra le due redazioni e il testo del “Governo de’ regni”, l’esame analitico della traduzione nella sua resa ora letterale ora più libera, permettono di attribuire con certezza – conclude l’A. – il “Governo de’ regni” a Francesco Patrizi.

Lingua: Italiano
Pag. 103-141
Etichette: Biblioteca, Filologia, Lingua greca, XVI secolo, Francesco Patrizi, Simeone Seth, Del governo de' regni, Stephanites kai Ichnelates,

Autore/i articolo: Angelo Fregnani
Titolo articolo: Un autografo dimenticato di Giacomo Leopardi

L’articolo analizza la tradizione testuale della lettera di Giacomo Leopardi al padre dell’8 ottobre 1832, ripercorrendone le fila e riscoprendo una fonte della stessa – commenta Fregnani – più autorevole di quelle, fondate su apografi, finora adottate dagli editori del suo “Epistolario”.

Lingua: Italiano
Pag. 143-148
Etichette: Autografo, Epistolario, Filologia, XIX secolo, Giacomo Leopardi,

Autore/i articolo: Francesca Florimbii
Titolo articolo: Sugli “Appunti per il Dizionario” di Carlo Collodi

Il saggio offre nuove chiavi di lettura per gli “Appunti per il Dizionario” di Carlo Lorenzini-Collodi, conservati nel “Fondo Nuove Accessioni” della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze (N.A.754, II 5). Il rinnovato esame dei settantanove fogli (di cui si fornisce qualche riproduzione fotografica) apre, secondo l’A., nuove ipotesi interpretative e possibili datazioni alternative. Lo spoglio delle voci censite per l’occasione da Collodi (che raggiungono il numero di 1861) e la presenza di alcune su due fogli di recupero precedentemente utilizzati dall’autore per la stesura di una prima redazione della “Lanterna magica”, consentono – argomenta la Florimbii – di congetturarne una diversa origine e una inedita (e più verosimile) destinazione.

Lingua: Italiano
Pag. 149-169
Etichette: Filologia, XIX secolo, Carlo Collodi, Appunti per il Dizionario,

Autore/i articolo: Nicolò Magnani
Titolo articolo: Aristotelismo e metricologia nel “De poetica” di Giorgio Valla

Nel saggio è preso in esame il trentottesimo libro del trattato enciclopedico “De expetendis et fugiendis rebus” (1501) dell’umanista piacentino Giorgio Valla, dedicato all’arte poetica. Dell’opera l’A. rimarca l’importanza nel processo culturale che porta dalla trattatistica medievale, prevalentemente tecnica e metricologica, a quella integrale, aristotelica, tipica dell’umanesimo maturo. In particolare, Magnani insiste sulla presenza, notevole – a suo avviso – a questa altezza temporale, di riflessioni su tematiche classiche pienamente recuperate solo a partire dall’umanesimo maturo, come quella sulla natura, gli strumenti e il fine della poetica. Inoltre, è messa in luce la natura composita del trattato attraverso l’individuazione delle fonti greche sottese al testo, limitatamente a una selezione di passi centrali.

Lingua: Italiano
Pag. 173-197
Etichette: Aristotelismo, Metrica, Trattato, Umanesimo, XV secolo, Giorgio Valla, De poetica,

Autore/i articolo: Martino Marazzi
Titolo articolo: Un’altra questione Machiavelli. Ancora sul femminile e il posto della donna

A partire dagli anni Ottanta del secolo scorso, si è cominciato a riflettere sistematicamente sulla presenza e la funzione della donna in Machiavelli. Le sue molteplici figure femminili – ‘reali’ o metaforiche – sono state poste al centro di analisi – argomenta l’A. – che hanno attraversato criticamente l’intera opera del segretario fiorentino, fatta ‘reagire’ con gli orientamenti di una critica assai variamente impostata – prosegue –, ma che ha tenuto conto – con maggiore o minore ‘simpatia’ – dell’emergere di un pensiero femminista. L’articolo ripercorre tale vicenda, delineando gli snodi salienti del dibattito e argomentando sulla sua forte attualità.

Lingua: Italiano
Pag. 199-215
Etichette: Donna, XVI secolo, Niccolò Machiavelli,

Autore/i articolo: Corrado Viola
Titolo articolo: Svelare e rigenerare nel Settecento

Concentrandosi soprattutto sui capitoli relativi al primo Settecento (I-IX), l’intervento presenta il nuovo volume di Andrea Battistini, che sotto la duplice insegna dello ‘svelare’ e del ‘rigenerare’ raccoglie una parte rilevante – commenta Viola – dei saggi pubblicati dallo studioso bolognese tra il 1900 e il 2016 su temi centrali, come la polemica italo-francese di inizio secolo, l’autobiografia (Muratori, Vico, Compagnoni), il rapporto tra letteratura e scienza, la presenza di Vico (Orazio Arrighi Landini, Appiano Buonafede). Di quest’ultimo autore Battistini – aggiunge Viola – rileva la centralità, impegnandosi altresì in una verifica delle tradizionali categorie periodizzanti e dispiegando, di fatto, una storia culturale del Settecento attraverso i suoi generi letterari più caratteristici, con attenzione specifica per le forme letterarie dell’autobiografismo.

Lingua: Italiano
Pag. 217-228
Etichette: XVIII secolo, Andrea Battistini, Svelare e rigenerare,

Autore/i articolo: Luca Verrelli
Titolo articolo: Pascoli e la polemica sui festeggiamenti garibaldini per il cinquantenario della spedizione dei Mille

Nel 1910 il Comune di Genova invitò Giovanni Pascoli come oratore per le celebrazioni del cinquantesimo anniversario della Spedizione dei Mille. L’invito, dapprima accettato, fu declinato a causa dei disaccordi tra i partiti politici (cattolico-moderati e socialisti) che portarono all’impossibilità di svolgere una manifestazione unitaria. Il rifiuto del poeta scatenò un’ingente polemica ed ebbe echi nella sua attività pubblica. La vicenda portò Pascoli ad una riflessione sulla necessità di una memoria condivisa sul Risorgimento, sui compiti dell’oratoria e sul ruolo della scuola nella costruzione della coscienza nazionale. L’episodio è ricostruito attraverso documenti, manoscritti e a stampa, conservati in larga parte presso l’Archivio di Castelvecchio.

Lingua: Italiano
Pag. 229-259
Etichette: Festa, Polemica, Risorgimento, XIX secolo, Giovanni Pascoli, Giuseppe Garibaldi,

Autore/i articolo: Caterina Miracle Bragantini
Titolo articolo: I fantasmi del mito nell’opera di Alberto Savinio

Il saggio propone un’ipotesi comparativa finalizzata allo studio del mito classico nella produzione di Alberto Savinio. L’A. si sofferma sulla possibilità di lettura dell’infanzia saviniana quale latente ‘Pathosformel’ di warburghiana memoria, il cui sintomo risiederebbe – a suo avviso – nella costante presenza nell’opera di Savinio di ‘fantasmi del mito’, sopravvivenze di un passato che continuamente riemerge e prende corpo. In tale prospettiva si prende in esame un ‘corpus’ di racconti suddiviso in tre morfologie narrative sulla base delle modalità di comparsa di tali fantasmi: racconti dell’apparizione, della metamorfosi e della riemersione.

Lingua: Italiano
Pag. 261-278
Etichette: Mito, Opera, XIX secolo, XX secolo, Alberto Savinio,

Autore/i articolo: Francesca Nencioni
Titolo articolo: Le gradazioni semantiche della verità nella narrativa di Michele Prisco

La ricerca della verità è il fine latente o manifesto della narrativa di Michele Prisco; una verità che, secondo la Nencioni, si presenta sfuggente e inarrivabile, pensabile ma non conoscibile. I criteri di verità elaborati dalla filosofia non consentono saldi appigli; le impressioni fornite dai sensi si rivelano fallaci. Forse solo il tatto – argomenta l’A. – può offrire qualche corrispondenza tra stato emotivo e messaggio veridico, o forse è la memoria a risvegliare brandelli del passato grazie a stimoli sensoriali del presente. Dunque – conclude – la verità in Prisco rimane aperta.

Lingua: Italiano
Pag. 279-299
Etichette: Semantica, XX secolo, Michele Prisco,

A cura di: Alfredo Cottignoli, Emilio Pasquini
Rivista: Bollettino dantesco. Per il settimo centenario, fascicolo n. 8
Edizioni: Pozzi, Ravenna – settembre 2019
Lingua: Italiano
Pag. 303-305
Recensore/i: Alessandro Merci
Etichette: Dante Alighieri,

Autore/i libro/articolo recensito: Ricobaldo
Titolo libro/articolo recensito: Historia imperiale
A cura di: Andrea Rizzi, Antonia Tissoni Benvenuti
Traduttore: Matteo Maria Boiardo
Edizioni: Centro Studi Matteo Maria Boiardo-Interlinea, Novara – 2019
Lingua: Italiano
Pag. 305-309
Recensore/i: Cristina Montagnani
Etichette: Matteo Maria Boiardo, Ricobaldo, Historia imperiale,

Autore/i libro/articolo recensito: Francesco Sberlati
Titolo libro/articolo recensito: L’infame. Storia di Pietro Aretino
Edizioni: Marsilio, Venezia – 2018
Lingua: Italiano
Pag. 309-313
Recensore/i: Marco Faini
Etichette: Pietro Aretino,

Autore/i libro/articolo recensito: Jo Ann Cavallo
Titolo libro/articolo recensito: Teaching Italian Renaissance Romance Epic
Edizioni: The Modern Language Association of America, New York – 2018
Lingua: Italiano
Pag. 314-318
Recensore/i: Federica Conselvan
Etichette: Rinascimento,

Autore/i libro/articolo recensito: Valeria Giulia Adriana Tavazzi
Titolo libro/articolo recensito: Goldoni e i suoi sostenitori
Edizioni: Edizioni dell’Orso, Alessandria – 2018
Pag. 318-322
Recensore/i: Anna Sansa
Etichette: Carlo Goldoni,

Autore/i libro/articolo recensito: Giani Stuparich, Carlo Stuparich
Titolo libro/articolo recensito: Lettere di due fratelli 1913-1916
A cura di: Giulia Perosa
Edizioni: EUT, Trieste – 2019
Lingua: Italiano
Pag. 322-326
Recensore/i: Fulvio Senardi
Etichette: Epistolario, Carlo Stuparich, Giani Stuparich,

Autore/i libro/articolo recensito: Giovanni Capecchi
Titolo libro/articolo recensito: Sulle orme dei poeti. Letteratura, turismo e promozione del territorio
Edizioni: Pàtron, Bologna – 2019
Lingua: Italiano
Pag. 326-329
Recensore/i: Alessandro Merci
Etichette: Letteratura, Poesia, Propaganda, Turismo,

Titolo libro/articolo recensito: Letteratura e psicoanalisi in Italia
A cura di: Giancarlo Alfano, Stefano Carrai
Edizioni: Carocci, Roma – 2019
Lingua: Italiano
Pag. 329-333
Recensore/i: Giancarlo Riccio
Etichette: Letteratura, Psicoanalisi,