CRITICA LETTERARIA

Trimestrale
Direzione e redazione: Prof. Raffaele Giglio - 80013 Casalnuovo di Napoli, via Benevento 117 - tel. 081.842.16.93; e-mail: direzione@criticaletteraria.net; giglio@unina.it
Segreteria di redazione: Daniela De Liso (daniela.deliso@unina.it), Noemi Corcione (corcione.redazione@criticaletteraria.net) e John Butcher
Direttore responsabile: Raffaele Giglio.
Comitato direttivo-scientifico: Giancarlo Alfano (Napoli) / Guido Baldassarri (Padova) / Giorgio Barberi Squarotti (Torino) / Andrea Battistini (Bologna) / Nicola De Blasi (Napoli) / Arnaldo Di Benedetto (Torino) / Valeria Giannantonio (Chieti) / Antonio Lucio Giannone (Lecce) / Pietro Gibellini (Venezia) / Raffaele Giglio (Napoli) / Gianni Oliva (Chieti) / Matteo Palumbo (Napoli) / Francesco Tateo (Bari) / Tobia R. Toscano (Napoli) / Donato Valli (Lecce)
Comitato scientifico internazionale: Perle Abbrugiati (Université de Provence) / Elsa Chaarani Lesourd (Université de Nancy II) / Massimo Danzi (Università di Genève) / Paolo De Ventura (University of Birmingham) / Francesco Guardiani (University of Toronto) / Margharet Hagen (Università di Bergen) / Srecko Jurisic (Università di Spalato) / Massimo Lollini (University of Oregon) / Paola Moreno (Université de Liegi) / Irene Romera Pintor (Universitat de València)
Editore: Paolo Loffredo Iniziative editoriali Srl – Via Ugo Palermo 6 – 80128 Napoli
www.paololoffredo.it ;  iniziativeditoriali@libero.it
Sito della rivista:  http://www.criticaletteraria.net/
Abbonamento annuo (4 fascicoli): Italia e 66,00. Estero e 88,00. Singolo fascicolo: Italia e 20,00. Estero e 27,00.
Modalità di pagamento: Versamenti sul c.c. bancario intestato a Paolo Loffredo Iniziative editoriali s.r.l., IBAN: IT 42 G 07601 03400 001027258399 BIC SWIFT BPPIITRR Banco Posta Spa oppure versamento con bollettino di ccp sul conto 1027258399; Versione digitale acquistabile su TORROSSA.IT ISSN e2035-2638. Autorizzazione del Tribunale di Napoli n. 2398 del 30-3-1973.
Rubriche: Saggi; Linguistica; Meridionalia; Contributi; Recensioni; Libri ricevuti.

Consulta gli altri fascicoli della rivista:



Anno 2019 - N. 3
(a cura di Noemi Corcione)

SAGGI
GIULIA TELLINI, Corallina 1751-1753. Sulla Donna vendicativa di Goldoni
Il saggio prende in esame i personaggi interpretati dall’attrice Maddalena Marliani (specializzata nel ruolo della servetta Corallina) nelle diciassette commedie che Carlo Goldoni compone, dal febbraio 1751 al febbraio 1753, per la compagnia Medebach, di stanza al teatro Sant’Angelo di Venezia. L’ultima di queste commedie è La donna vendicativa, qui considerata sia come significativo omaggio alla Marliani sia come sintesi esemplare di una fase fondamentale, artistica e umana, dell’intera carriera goldoniana.
Pag. 419-457

FRANCESCO RONCEN, L’idillio negato: bozzetti agresti e pastorali nella poesia narrativa italiana tra Sette e Ottocento
Il saggio propone una disamina del bozzetto agreste e pastorale nella poesia narrativa italiana tra la fine del Settecento e la prima metà dell’Ottocento, con l’intento di verificarne la valenza ideologica, estetica e meta-letteraria. Vengono presi in esame il poema e poemetto epico-mitologico, la novella in versi e la ballata romantica: si tratta di generi al centro del dibattito letterario dell’epoca, in grado di assegnare all’idillio funzioni e caratteristiche assai sintomatiche delle trasformazioni culturali in corso.
Pag. 459-488

ROBERTA COLOMBI, Le “prospettive” della Satira tra impegno e disincanto. Da Leopardi agli scrittori del Risorgimento
Il contributo propone di rintracciare una genealogia della nostra prosa satirica ottocentesca, ponendo al centro il modello leopardiano. L’ambivalenza della sua scrittura, che oscilla tra impegno e disincanto, sembra in particolare aver lasciato traccia di sé in alcuni scrittori umoristi. Le loro scelte tematiche e formali mostrano come l’impegno per il rinnovamento civile e letterario negli anni del Risorgimento maturo, ricorra alla scrittura satirica facendo tesoro sia del modello sociale del Giusti che di quello filosofico di Leopardi.
Pag. 489-505

CHIARA PIOLA CASELLI, Un’antologia foscoliana della poesia medievale. Prime note sulla Critical Anthology of Italian Poetry
La Critical Anthology of Italian Poetry è un’antologia poetica destinata agli studenti inglesi progettata da Foscolo e Giulio Bossi nel 1827. Le poche notizie disponibili su questo tardo progetto foscoliano si devono a Vittorio Cian che per ultimo vide il manoscritto dell’unico volume realizzato. Il contributo nasce da una ricerca in corso volta a ricostruire le vicende dell’Anthology sulla base delle informazioni note e della nuova documentazione inedita reperita nel fondo «Bianchini». Il saggio si concentra sull’indice del volume, già edito da Cian, a partire dal quale si propone una ricostruzione della selezione antologica, mostrandone la stretta relazione con la produzione critica di Foscolo in Inghilterra.
Pag. 507-530

ANGELO FÀVARO, Quella «luce di consapevolezza realistica», o l’ironia dell’Ariosto in un articolo di Alberto Moravia
Il sorriso dell’Ariosto è un articolo di Alberto Moravia, pubblicato ne «Il Mondo», il 6 gennaio 1951, in occasione della nuova edizione Einaudi del Furioso, curata da Elio Vittorini. Dal 1951 si erano perse le tracce di questo testo, che viene qui analizzato e interpretato, per accertare la formazione del suo autore, insieme a ragioni di interesse personale e di opportunità professionale, che indussero il romanziere a produrre una recensione di notevole interesse critico-letterario. Non rispettando le convenzioni di un testo specificatamente recensivo, Moravia offre osservazioni originali.
Pag. 531-553

ANTONIO LUCIO GIANNONE, Il «prismatico genio»: momenti della ricezione letteraria di Leonardo nel Novecento
Oggetto del presente articolo è la ricezione di Leonardo da Vinci in alcuni momenti della letteratura italiana del Novecento, a partire soprattutto dagli anni Trenta fino agli anni Ottanta. In questo periodo all’immagine decadente-estetizzante del sommo artista, tipica della fin de siècle, se ne sostituisce un’altra, assai diversa e decisamente più moderna. Questa immagine emerge negli interventi di alcuni dei maggiori poeti e prosatori del secolo scorso che qui si esaminano: da Ungaretti a Gadda, da Sinisgalli a Montale, da Cecchi a Quasimodo, fino a Italo Calvino.
Pag. 553-568
CONTRIBUTI
GABRIELLA CAPOZZA, Galilei e la Stella nuova tra scienza e letteratura
In una notte del 1604 il cielo fu improvvisamente illuminato da un nuovo astro. L’evento creò grande scalpore e curiosità. Galilei tenne tre Lezioni universitarie al riguardo, in cui sostenne che la collocazione della Stella nuova fosse nella sfera delle stelle fisse. Tale tesi innescò forti reazioni da parte dei peripatetici, a cui Galileo rispose con La Difesa e un Dialogo. Le Lezioni, La Difesa e il Dialogo appaiono, pertanto, scritti inscindibili e, al tempo stesso, preannunciatori di quel tenace viaggio, continuamente negato e impugnato, compiuto da Galileo verso la verità.
Pag. 569-588

IGNAZIO CASTIGLIA, «L’arte drammatica incivilisce e nobilita le nazioni»: osservazioni sul teatro di Francesco Benedetti (1785-1821)
L’articolo fa luce sulla figura del tragediografo Francesco Benedetti, patriota affiliato alla Carboneria dal 1808 e morto suicida nel 1821. Ostile tanto al modello alfieriano quanto alle poetiche romantiche, Benedetti concepiva il teatro come scuola di «virtù pubbliche e domestiche» e incentrava le sue opere su personaggi eroici il cui sacrificio doveva suscitare negli spettatori e nei lettori una nuova coscienza dei doveri da assolvere nei confronti della patria oppressa.
Pag. 589-613

ANNALISA CARBONE, «Il desiderio di un altrove»: Calvino e «il vivere da straniero»
L’intervento è circoscritto al libro di Italo Calvino Eremita a Parigi, nel quale prose, pagine diaristiche, testimonianze e articoli di taglio autobiografico hanno come fondale scenografico e oggetto tematico quell’«instabilità geografica» che sollecita lo scrittore verso «il desiderio di un altrove». In particolare sono tre i luoghi in cui Calvino inscena questo atteggiamento intellettuale: Torino, Parigi e New York.
Pag. 615-628
RECENSIONI
VIRNA BRIGATTI, Diacronia di un romanzo. «Uomini e no» di Elio Vittorini (1944-1966) - Elio Vittorini. La ricerca di una poetica
Milano , Ed. Ledizioni - Unicopli - 2018 (Alberto Comparini)
pag. 629-631


FRANCO FORTINI, La guerra a Milano. Estate 1943 , a cura di Alessandro La Monica
Pisa , Ed. Pacini - 2017 (Giuseppe Andrea Liberti)
pag. 631-633


GIAMPAOLO BORGHELLO, Sequenze. Percorsi, problemi e scorci di storia della letteratura italiana
Venezia , Ed. Marsilio - 2019 (Giuseppe Andrea Liberti)
pag. 633-637


RAFFAELE CAVALLUZZI, Sogni da sogni. Studi di letteratura e cinema
Bari , Ed. Progedit - 2018 (Viviana Tarantino)
pag. 638-640