Le riviste presenti

 

 

 

 


  THE ITALIANIST

Da questo numero lo spoglio della rivista è stato interrotto

 Consulta gli altri fascicoli della rivista:

THE ITALIANIST


Anno 2012 - N. 1
(a cura di Claudia Bussolino)

THEODORE ELL, “Una vita alla poesia”: the early influence of Giacomo Leopardi on Piero Bigongiari

In questo saggio si analizza il ruolo della poesia leopardiana nell'elaborazione poetica di un'importante figura della ‘terza generazione’, Pietro Bigongiari. Vengono approfonditi in particolare il ruolo della “positivizzazione del negativo”, della capacità di fronteggiare il tragico attraverso la scrittura poetica proprio di Leopardi e ben presente a Bigongiari e la presenza dei temi della “Ginestra” nei testi del poeta fiorentino.
Pag. 1-31
 


CHARLES LEAVITT, “Una seconda fase del realismo del dopoguerra”: the innovative realism of Elsa Morante's “Isola di Arturo”

A partire dalla recensione di Pasolini al romanzo più noto di Elsa Morante, l'autore sottolinea come l'autrice abbia avuto parte nel dibattito del secondo dopoguerra sul realismo letterario, distinguendo questa categoria dal più diretto documentarismo, incapace di mirare a una 'verità poetica incorruttibile'. La dicotomia viene poi discussa in relazione alla coppia oppositiva romanzo/racconto, ben presente nelle pagine della Morante.
Pag. 32-52
 


MEG GREENBERG, Educating Italy over the airwaves: 1946-1956

L'articolo è dedicato al primo decennio della programmazione radiofonica della RAI nel secondo dopoguerra, al suo ruolo di elevazione culturale, riflettendo anche sulle varie fonti di documentazioni disponibili e sul loro uso.
Pag. 53-66
 


ALESSANDRA DE MARTINO CAPPUCCIO, The relationship between dialect, theatre, and power in Antonio Gramsci

In queste pagine l'autrice esplora il rapporto tra linguaggio, con particolare attenzione al linguaggio teatrale, e potere negli scritti di Antonio Gramsci, considerando poi l'influenza che le posizioni gramsciane hanno avuto nel dibattito dei decenni successivi.
Pag. 67-83
 


VIKTOR BERBERI, ‘Un'altra musica’: synaesthetic metaphor and the poetry of the ‘terza generatione’

Il saggio passa in rassegna la presenza di immagini sinestetiche e la riflessione sulla loro valenza in relazione alle peculiarità della lingua poetica nei testi di Mario Luzi, Alfonso Gatto, Vittorio Sereni, Alessandro Parronchi e Piero Bigongiari.
Pag. 84-104
 


MELIZ ERGIN, Cartographic interventions: construction of identity through spatial reconfiguration in post/colonial Italy

In queste pagine vengono posti a confronto un autore del periodo coloniale, Angelo Piccioli (e in particolare “La porta magica del Sahara” del 1935) e un autore albanese italofono contemporaneo, Ron Kubati. Il punto di vista da cui parte il confronto è quello della rappresentazione delle categorie spaziali nella pagina narrativa, e della possibilità di creare identità transnazionali attraverso la loro negoziazione.
Pag. 105-125
 


WRITER'S DESKTOP

GILLIAN ANIA, Enrico Palandri e le ‘condizioni atmosferiche’ di uno scrittore: Interview (Milano, 2010)

In queste pagine Enrico Palandri discute del suo ultimo romanzo (“I fratelli minori”), della sua ambientazione e dei suoi personaggi, della metafora del viaggio nei suoi testi, della persistente fortuna del suo romanzo d'esordio (“Boccalone”).
Pag. 126-150