Le riviste presenti

 

 

 

 


  LUZIANA

Rivista annuale

Pubblicata in collaborazione e con la partecipazione dell’Associazione Mendrisio Mario Luzi Poesia del Mondo

Direzione scientifica: Carlo Carena (Membro onorario, Edizioni Einaudi, Torino), Paola Baioni (Università di Torino), Paolo Andrea Mettel (Associazione Mendrisio Mario Luzi Poesia del Mondo), Stefano Verdino (Università di Genova).
Comitato scientifico: Epifanio Ajello (Salerno), Giorgio Baroni (Cattolica - Milano), Alberto Carli (Molise), Alberto Comparini (Verona), Anna Dolfi (Firenze), Enrico Elli (Cattolica - Milano), Franco Contorbia (Genova), Gianni Festa (fter), Luigi Fontanella (State University of New York - Stony Brook),Raffaele Giglio (Federico II - Napoli), Sergio Givone (Firenze),Vicente González Martin (Salamanca - Spagna), Pedro Luis Ladrón de Guevara Mellado (Murcia - Spagna), Giuseppe Langella (Cattolica - Milano), Alfredo Luzi (Macerata),Marco Marchi (Firenze), Uberto Motta (Friburgo - Svizzera), François Livi (Paris - Sorbonne), Marina Paino (Catania),Daniele Piccini (Stranieri di Perugia), Antonio Prete (Siena), Giancarlo Quiriconi† (Chieti-Pescara), Giuseppe Savoca (Catania), Silvio Ramat (Padova), Luigi Tassoni (Pécs - Ungheria),
Zosi Zografidou (Salonicco - Grecia)
.
Segreteria di redazione: Paola Baioni.
Comitato di redazione: Francesca Bartolini, Michele Bordoni, Alberto Carli,Dario Collini, Chiara Favati, Luigi Ferri, Andrea Giusti, Leonardo Manigrasso, Franzisca Marcetti, Francesca Nencioni,Martina Romanelli, Elena Rondena, Davide Savio, Maria Chiara Tarsi.
Amministrazione: Fabrizio Serra editore, Pisa-Roma. Uffici di Pisa: via Santa Bibbiana 28 - I 56123. Uffici di Roma: Via Carlo Emanuele I 48 - 00185.
Abbonamenti: Euro 40.00 (Privati Italia, cartaceo), Euro 50.00 (Individuals Abroad, print), Euro 60.00 (Enti Italia, cartaceo, incluso online tramite 1 indirizzo IP / Institutions Abroad, Print, online included by 1 IP address), Euro 65.00 (Enti Italia, cartaceo, incluso online tramite IP (da 2 fino a 20 indirizzi) / Institutions Abroad, Print, online included by IP (from 2 till 20 addresses)), Euro 95.00 (Enti Italia, cartaceo, incluso online tramite IP (oltre 20 indirizzi) / Institutions Abroad, Print, online included by IP (more than 20 addresses)).

 


«Luziana» is an International Peer-Reviewed Journal.

 Consulta gli altri fascicoli della rivista:

LUZIANA


Anno 2018 - N. 2
(a cura di Michele Bordoni)

SAGGI

ALFREDO LUZI, "Natura, lei / sempre detta, nominata / dalle origini": il "discorso naturale" nella saggistica di Mario Luzi

Il saggio ripercorre l'evoluzione e le variazioni del conetto di natura nella produzione saggistica di Mario Luzi, dagli anni'40 agli esordi del 2000. L'immagine della natura si struttura lungo un processo dinamico che vede l'opposizione tra natura e realtà, "natura naturans" e "natura naturata", soggetto e ogggetto, libertà e necessità, natura e creatura. Al poeta, e dunque alla parola poetica, il compito di mediare e armonizzare la scissione diadica tra l'io e l'altro da sé. L'ultimo approdo della speculazione luziana conduce alla scoperta della metamorfosi, come legge intrinseca della natura. In questo modo il llinguaggio plasma la visione del mondo, intrecciandosi con la problematica della nominazione.
Pag. 11-17
 


SOFIA ROSSI, Tra testo e macrotesto. Per un commento a "Giovinetta, giovinetta" ("la barca")

Avvalendosi principalmente di alcune osservazioni di carattere semantico, il presente saggio propone una valutazione macrotestuale di "La barca", rivelando le ragioni sottese alla progressiva strutturazione della silloge. Da queste emerge l'esigenza del poeta di rispecchiare, nel tracciato delineato dalla successione dei testi, il proprio percorso esistenziale relativo agli anni '30 e ai primi anni '40 del Novecento. Nella seconda parte del saggio, si propone il commento dell'ultimo componimento dell'edizione definitiva, testimonianza efficace di tale evoluzione.
Pag. 19-31
 


LUIGI FERRI, Logica parallelistica e 'discorso sommerso' in "Morto ai paesi" di Alfonso Gatto e "La barca" di Mario Luzi

La poesia ermetica è caratterizzata da uno sbilanciamento nella struttura comunicativa; l'asse sintagmatico del discorso è infatti incerto o inafferrabile, mentre si dilata l'importanza della connotazione del piano paradimatico. Questa peculiarità di matric simbolista, che produce un'apparente assenza di significazione e narrazione logicamente intese, non deve suggerire un intento manieristico e non-comunicativo del testo ermetico. Obiettivo della presente indagine è di pervenire alla manifestazione del piano del discorso, alla narrazione sommersa al di sotto dei fenomeni di semanticità inarticolata. Viene dunque presa in esame la lirica "morto ai paesi" di Gatto, cercando di evidenziarne - attraverso la precisazione del dire effettivo - la funzione nell'economia della raccolta; di Luzi invece - partire da quella che si è definita 'orizzontalità ascensionale' - viene messa a fuoco la "Weltanschauung" escatologica che anima l'immaginario della silloge "La barca".
Pag. 33-52
 


ANDREA GAREFFI, Il viaggio interiore di Mario Luzi.

Il viaggio è un tema fondanentale della poesia di Luzi. In questa sede si ripercorre il viaggio della vita e della poesia del poeta fiorentino, a partire dagli anni Sessanta circa, attraverso le città, i paesaggi a lui più cari e per lui più eloquenti, oltre agli incontri con i maestri e gli amici, da Dante a Caproni, a Montale e oltre.
Pag. 53-71
 


DANIELE PICCINI, Un'agnizione di lettura: Moretti nel magma di Luzi

Il saggio si propone di indagare il rapporto tra Luzi e i poeti crepuscolari, in particolare Marino Moretti. Sebbene inizialmente si riscontri da parte del Luzi ermetico una vera e propria obliterazione di quel modello, tuttavia all'interno di "Nel magma" la lirica "Nel caffè" presenta una filigrana morettina, riprendendo l'occasione e lo spazio fisico della vicenda rievocata dal poeta di Cesenatico in "Poggiolini". Luzi, tuttavia, si discosta dal modello, preferendo al tono lamentoso e di rimpianto una proiezione verso il futuro, un'accettazione della sua situazione di poeta quale 'uno tra gli altri'. Al di là, quindi, dell'apprezzamento che Luzi poteva nutrire per i crepuscolari, vi è un superamento delee loro tematiche e dei loro stilemi proprio nel momento in cui vengono ripresi.
Pag. 73-81
 


MARCO MENICACCI, Umiltà dell'estremo principiante

Il saggio propone una lettura della "Dottrina dell'estremo principiante" alla luce del dialogo privilegiato instaurato da Luzi, durante l'intero arco della sua produzione, con Leopardi. Se fin dai primi studi compiuti sul poeta recanatese Luzi avverte la centralità, per la letteratura del secolo scorso, del contrasto agonico tra l'uomo moderno e un mondo impenetrabile e estraneo, percependo il rischio che l'intellettuale europeo del Novecento rimanga ingabbiato nell'antinomia irrisolvibile tra io e mondo propone una radicale alternativa. Un canto arduo ma salvifico che dica sì alla vita e accolga l'esistente pur in tutte le sue contraddizioni. In particolare si analizza la "Dottrina dell'estremo principiante" ritrovandoci un io poetante dedito ad un faticoso percorso di introspezione compiuto nl segno dell'umiltà, che diventa tema centrale della raccolta.
Pag. 83-93
 


TESTIMONIANZE

GIUSEPPE MATULLI, Un politico e il poeta

Affettuoso ricordo di un primo incontro (nel 1987) tra il politico fiorentino Giuseppe Matulli e Mario Luzi e delle successive visite del politico in casa del poeta, con discussioni che toccano i più svariati tema di attualità politica e del ruolo civile della poesia.
Pag. 97-99
 


"PER IL BATTESIMO"

LUIGI BONAFFINI, Nuove traduzioni di Luigi Bonaffini

Traduzioni in inglese delle poesie di Mario Luzi "Dalla finestra di F. Flori", "Frammenti da Apostolando" da parte di Luigi Bonaffini introdotte da una breve intervista a traduttore concernente il suo incontro con il poeta.
Pag. 103-123
 


RECENSIONI

MARIO LUZI, VITTORIO SERENI, "Le pieghe della vita. Carteggio(1940-1982)" a cura di Francesca D'Alessandro

Torino , Ed. Aragno - 2017
(Massimo Natale)
pag. 127-129

 

MARIO LUZI, "Prose" a cura di Stefano Verdino

Torino , Ed. Aragno - 2014
(Francesca Nencioni)
pag. 129-132

 

MARIO LUZI, "Poesie ultime e ritovate" a cura di Stefano Verdino

Milano , Ed. Garzanti - 2014
(Davide Savio)
pag. 132-134

 

FRANCESCA NENCIONI, "La prosa dell'ermetismo. Caratteri esemplari"

Firenze , Ed. FUP - 2016
(Luigi Ferri)
pag. 134-136

 

ROSANNA POZZI, "Mario Luzi lettore dei poeti italiani del Novecento"

Firenze , Ed. Cesati - 2017
(Stefano Verdino)
pag. 137-139

 
POSTILLE BIBLIOGRAFICHE

ALBERTO COMPARINI, "Mario Luzi. Bibliogafia della critica (2006-2017)"

Si rubricano, in ordine cronologico e alfabetico, i contributi critici sull'opera di Mario Luzi succesivi alla sua scomparsa. Sono esclusi gli articoli sui giornali e periodici a carattere divulgativo, le recensioni e le opere creative ed artistiche dedicate; si sono considerati anche testi dell'autore quando questi sono corredati da apparati critici di rilievo; gli atti di convegno e fascicoli monografici di rivista si rubricano sotto il nome di Luzi, al di là dell'incipit alfabetico. Per le riviste online si è provveduto a indicare il numero di pagine e il rinvio online, solo nei casi di assenza di un numero complessivo di pagine del periodico: Per ragioni di spazio non si è fatto lo spoglio degli annuan "Quaderni del Centro Studi Mario Luzi" di Pienza, peraltro disponibili online. Non si sono rubricati i contributi comparsi su "Luziana".
Pag. 141-152