Le riviste presenti

 

 

 

 


  LETTERATURA E DIALETTI

Rivista internazionale
Annuale
Direttori: Pietro Gibellini • Università di Venezia “Ca’ Foscari”; Renato Martinoni • Universität St. Gallen; Gianni Oliva • Università di Chieti e Pescara “G. d’Annunzio”; Giovanni Tesio • Università del Piemonte Orientale “A. Avogadro”; Matteo Vercesi • Università di Venezia “Ca’ Foscari” – Università di Trieste
Comitato di lettura: Perle Abbrugiati • Aix-Marseille Université; Serenella Baggio • Università di Trento; Luciana Borsetto • Università di Padova; Fabio Cossutta • Università di Trieste; Lucio Felici †• Centro Nazionale di Studi Leopardiani, Recanati; Hermann W. Haller • The City University of New York (Cuny) • Accademia della Crusca; Verina Jones • University of Reading; Tiziana Piras • Università di Trieste; Gilberto Pizzamiglio • Università di Venezia “Ca’ Foscari”; Edgar Radtke • Universität Heidelberg – Accademia della Crusca; Luigi Tassoni • Università di Pécs; Piermario Vescovo • Università di Venezia “Ca’ Foscari”; Giuseppe Zaccaria • Università del Piemonte Orientale “A. Avogadro”
Redazione: Elena Maiolini • Università Ca' Foscari di Venezia; Ilenia Marin • Università di Trieste; Francesco Mereta • Università del Piemonte Orientale “A. Avogadro”; Massimo Migliorati • Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano; Fabio Pagliccia • Università di Chieti e Pescara “G. d’Annunzio”; Fabio Pavone • Università di Chieti e Pescara “G. d’Annunzio”; Fabio Prevignano • Università del Piemonte Orientale “A. Avogadro”; Edoardo Ripari • Università di Macerata; Marialuigia Sipione • Università di Venezia “Ca’ Foscari”; Alberto Sisti • Università del Piemonte Orientale “A. Avogadro”.
Amministrazione: Fabrizio Serra editore, Pisa-Roma. Uffici di Pisa: via Santa Bibbiana 28 - I 56123. Uffici di Roma: Via Carlo Emanuele I 48 - 00185.
Abbonamenti: Euro 115.00 (Privati Italia, cartaceo); Euro 195.00 (Individuals Abroad, print); Euro 495.00 (Enti Italia, cartaceo, incluso online tramite 1 indirizzo IP / Institutions Abroad, Print, online included by 1 IP address); Euro 565.00 (Enti Italia, cartaceo, incluso online tramite IP (da 2 fino a 20 indirizzi) / Institutions Abroad, Print, online included by IP (from 2 till 20 addresses)); Euro 795.00 (Enti Italia, cartaceo, incluso online tramite IP (oltre 20 indirizzi) / Institutions Abroad, Print, online included by IP (more than 20 addresses)); Euro 765.00 (Enti Italia, cartaceo, incluso online PLUS tramite IP (fino a 20 indirizzi) / Institutions Abroad, Print, online PLUS included by IP (till 20 addresses)); Euro 955.00 (Enti Italia, cartaceo, incluso online PLUS tramite IP (oltre 20 indirizzi) / Institutions Abroad, Print, online PLUS included by IP (more than 20 addresses))
Rubriche: Saggi e studi; Testi e commenti; Gli scrittori e il dialetto. Testimonianze; Recensioni; Schede.

«Letteratura e dialetti» is a Peer-Reviewed Journal. The eContent is Archived with Clockss and Portico.
L’accettazione degli articoli è subordinata al parere di esperti anonimi.
Anvur: a.

 Consulta gli altri fascicoli della rivista:

LETTERATURA E DIALETTI


Anno 2018 - N. 11
(a cura di Elena Maiolini)

SAGGI E STUDI

FABIO PAGLICCIA, La "Prineide" e i riflessi letterari di una congiura di palazzo

Lo studio intende far luce su uno degli episodi più controversi della storia di Milano, l'assassinio del ministro napoleonico delle finanze Giuseppe Prina nel pomeriggio del 20 aprile 1814. L'evento, consegnato alla storia come la 'rivoluzione delle ombrella', fu una congiura di palazzo, che avrebbe segnato il passaggio dalla dominazione francese a quella asburgica. Ci si è soffermati, in particolare, sulla "Prineide", capolavoro indiscusso della musa satirica dialettale, di cui si avalla l'ipotesi di attribuzione portiana, di contro alla tesi della critica più recente che ne ammette l'esclusiva paternità del Grossi. Intorno a essa si ricostruiscono anche i nodi della tortuosa vicenda giudiziaria.
Pag. 11-30
 


MATTEO MONTI, Il primato dell'io. Sul "Piccolo Canzoniere in dialetto" di Virgilio Giotti

Il saggio sviluppa una prospezione del "Piccolo canzoniere in dialetto" giottiano sotto vari profili: tematico, lessicale, metrico, figurale e macrostrutturale. Ponendolo costantemente a confronto con il resto della produzione del poeta triestino, ne emergono gli elementi di continuità ma, più ancora, le specificità che lo rendono un unicum all'interno di un'esperienza poetica quarantennale.
Pag. 31-46
 


PERICLE CAMUFFO, Pier Paolo Pasolini nei diari di Biagio Marin: appunti di un itinerario privato

L'articolo propone un'analisi del rapporto intercorso tra Biagio Marin e Pasolini, centrata su ciò che il poeta gradese ha scritto nei suoi diari. Marin, nel pieno rispetto della concezione vociana della scrittura diaristica come esame di coscienza, viene attraversato dalla persona e dall'opera di Pasolini ma vuole anche attraversarla, entrarci per entrare in se stesso e nel mondo, conoscere e conoscersi, giudicare e giudicarsi, in un confronto serrato, a volte spigoloso ma mai definitivo, nel quale scopre vicinanze ed ammette distanze, dove dichiara affetto e confessa disagio anche profondo. Viene anche presentata una selezione di brani tratti dai diari, molti dei quali inediti.
Pag. 47-58
 


FRANCESCO SBERLATI, Olindo Guerrini tra lingua e dialetto. A proposito di un libro recente

Olindo Guerrini (1845-1916), giornalista, critico letterario, elzevirista, bibliotecario, è finalmente riconosciuto come uno dei più originali e ingegnosi poeti dialettali del secondo Ottocento. Egli costituisce un esponente di primo piano della moderna satira umoristica, e la sua opera, apparsa anche con lo pseudonimo di Lorenzo Stecchetti, scaturisce da una contaminazione di generi che non ha precedenti, efficacemente associata all'uso del dialetto romagnolo e di un accorto plurilinguismo. Guerrini compose prevalentemente, ma non esclusivamente, in dialetto, ma il suo idioma prediletto era quello parlato dai ceti urbani di Ravenna e Bologna, e non la demotica variante rurale del contado. Ovviamente la scelte linguistica, apparentemente eccentrica, svela le finalità polemiche e politiche della sua poesia. Partendo dai più recenti studi sull'argomento, e in particolare dagli Atti del convegno ravennate dell'ottobre 2016, questo saggio si propone di investigare i registri linguistici e le tematiche più rilevanti dell'opera guerriniana.
Pag. 59-71
 


TESTI E COMMENTI

KEVIN DE VECCHIS, Lo smar(r)imento della vibrante: il percorso variantistico del trattamento rr nell'opera poetica di Mario dell'Arco

Il saggio ha lo scopo di illustrare le ragioni linguistiche e stilistiche che hanno portato Mario dell'Arco a espungere progressivamente dalla sua produzione poetica lo scempiamento della vibrante intensa, fenomeno caratteristico del romanesco comtemporaneo. Dopo un inquadramento generale della storia del tratto fonetico nel territorio di Roma, il lavoro mette in luce il processo variantistico di Mario dell'Arco tramite un confronto testuale tra le prime edizioni di ogni singola poesia in cui lo scempiamento all'inizio compare e i successivi rimaneggiamenti del poeta. Emerge, così, un quadro complesso che viene attentamente analizzato e commentato, soprattutto in rapporto alla rima, con specifica attenzione ad alcuni casi particolari. Il mancato scempiamento di rr può essere considerato non tanto come avvicinamento all'italiano ma come recupero di un tratto del romanesco arcaico, belliano e prebelliano, adottato forse anche per differenziarsi da Trilussa.
Pag. 75-103
 


ALBERTO SISTI, Profumo della luce, ruggine della memoria: sulla poesia di Nevio Spadoni

L'intervento intende rintracciare le peculiarità espressive della poesia di Nevio Spadoni in seguito alla pubblicazione del volume "Poesie 1985-2017" (Cesena, il Ponte Vecchio, 2017). Tre sono le categorie secondo le quali è stata svolta l'analisi: la visione del mondo, l'amore e i simboli. Discorso finale e sigillo del percorso sono alcune considerazioni sull'importanza e sull'efficacia dell'opzione dialettale del poeta.
Pag. 105-111
 


GIOVANNI TESIO, Dipinti sacri in versi piemontesi

Vengono proposti alcuni sonetti di argomento sacro in dialetto piemontese di Giovanni Tesio.
Pag. 113-121
 


GLI SCRITTORI E IL DIALETTO. TESTIMONIANZE

MATTEO VERCESI, Patrie e lingue per addizione. Intervista a Carmine Abate

Viene proposta un'intervista allo scrittore calabrese di etnia arbëreshe Carmine Abate, autore di numerosi romanzi e racconti prevalentemente incentrati sul tema dei migranti e dell'incontro fra culture.
Pag. 125-126
 


GIOVANNI TESIO, I poeti e il dialetto. Questionario-intervista

Si propone un questionario-intervista ad alcuni poeti dialettali contemporanei: Sebastiano Aglieco, Remigio Bertolino, Luigi Bressan, Luciano Cecchinel, Giancarlo Consonni, Ivan Crico, Nino De Vita, Francesco Granatiero, Andrea Longega, Vincenzo Luciani, Vito Moretti, Renato Pennisi, Achille Platto, Gabriele Alberto Quadri, Emilio Rentocchini, Giuseppe Rosato, Giovanni Tesio, Giacomo Vit, Edoardo Zuccato. Premessa di Giovanni Tesio.
Pag. 127-153
 


RECENSIONI (TESTI E STUDI)

DOMENICO BALESTRIERI, La Gerusalemme Liberata travestita in lingua milanese a cura di FELICE MILANI

Parma , Ed. Fondazione Pietro Bembo / Ugo Guanda - 2018
(Renato Martinoni)
pag. 157-161

 

MAURIZIO CASAGRANDE, In senàre / In grigio, introduzione di Matteo Vercesi

Vicenza , Ed. Ronzani - 2018
(Mauro Sambi)
pag. 161-162

 

GIAN CITTON, La Chanson de Medzatera e altre poesie in dialetto feltrino

Ferrara , Ed. Book - 2017
(Maurizio Casagrande)
pag. 162-164

 

IVAN CRICO, Seràie

Roma , Ed. Cofine - 2018
(Maurizio Casagrande)
pag. 164-165

 

NINO DE VITA, Tiatru

Messina , Ed. Mesogea - 2018
(Gianni Oliva)
pag. 165-166

 

FABIA GHENZOVICH, Se ti la vardi contro luse, prefazione di Francesco Sassetto, postfazione di Ivan Crico

Venezia , Ed. Supernova - 2018
(Maurizio Casagrande)
pag. 166-167

 

RITA GUSSO, In-canto, prefazione di Giuseppe Manitta

Castiglione di Sicilia , Ed. Il Convivio - 2018
(Maurizio Casagrande)
pag. 167-168

 

CARLO COLLODI, Le avventure di Pinocchio. Tradotto in milanese da Alfredo Ferri, testo italiano a fronte

Milano , Ed. Luni - 2015
(Fabio Pagliccia)
pag. 168-169

 

L'Italia a pezzi. Antologia dei poeti italiani in dialetto e in altre lingue minoritarie tra Novecento e Duemila a cura di Manuel Cohen, Valerio Cuccaroni, Giuseppe Nava, Rossella Renzi, Christian Sinicco

Camerano (Ancona) , Ed. Gwynplaine - 2014
(Fabio Pagliccia)
pag. 169-171

 

RENATO PENNISI, Pruvulazzu (Polvere), nota di Giovanni Tesio

Novara , Ed. Interlinea - 2016
(Antonio Di Silvestro)
pag. 171-172

 

Poeti italiani 6 a cura di Patricia Peterle, Elena Santi

Mosaico italiano, N° XIII, 156, 2017

(Fabio Pagliccia)
pag. 172-173

 
SCHEDE (TESTI E STUDI)

RENATO ORNAGHI, Leopardi in Brianza. Quìndes Cant de Giacomo Leopardi vòltaa in lengua mader

Monza , Ed. Opificio Monzese delle Pietre Dure - 2015
(Fabio Pagliccia)
pag. 177

 

FRANCESCO PIGA, Poeti nei dialetti dell'Umbria fra Novecento e Duemila

Roma , Ed. Cofine - 2017
(Fabio Pagliccia)
pag. 177

 

ELLA TORRETTA, La montagna nel cuore. Racconti alpini in italiano e milanese

, Ed. [edizione fuori commercio] - 2017
(Fabio Pagliccia)
pag. 177-178