Le riviste presenti

 

 

 

 


  ITALICA

Journal of the American Association of Teachers of Italian
Trimestrale
Editor
: Andrea Ciccarelli
Associate Editor for Bibliography: Norma Bouchard
Associate Editor for Pedagogy: Michael Lettieri
Associate Editor for Reviews: Mark Pietralunga
Production Editor: Deborah S. Starewich
Editorial board: Zygmund Baranski (Cambridge University); Teodolinda Barolini (Columbia University); Andrea Battistini (Università di Bologna); Daniela Bini (University of Texas-Austin); Theodore J. Cachey (University of Notre Dame); JoAnn Cannon (University of California-Davis); Remo Ceserani (Università di Bologna); Paolo Cherchi (Università di Ferrara); Marcel Danesi (University of Toronto); Luigi Fontanella (SUNY-Stony Brook); Christopher Kleinhenz (University of Wisconsin-Madison); Carol Lazzaro-Weis (University of Missouri-Columbia); Ernesto Livorni (University of Wisconsin-Madison); Albert N. Mancini (The Ohio State University); Millicent Marcus (University of Pennsylvania); Frank Nuessel (University of Louisville);  Massimo Riva (Brown University); Marco Santoro (Università di Roma “La Sapienza”); Barbara Spackman (University of California-Berkeley); Walter Stephens (Johns Hopkins University); Gino Tellini (Università di Firenze); Rebecca West (University of Chicago); Vito Zagarrio (Università di Roma III); Sergio Zatti (Università di Pisa).
Amministrazione e redazione: Department of French and Italian, Indiana University, 1020 E. Kirkwood, Bloomington, IN 4705.
Abbonamenti: Singoli $45,00; Istituzioni $ 60,00.
Rubriche: Articles; Notes and Discussions; Reviews.

 Consulta gli altri fascicoli della rivista:

ITALICA


Anno 2016 - N. 1
gennaio-marzo
(a cura di Paola Zito)

REMEMBERING UMBERTO ECO

ROCCO CAPOZZI, Umberto Eco: Acute Observator of Our Social and Cultural History

Il contributo, programmaticamente non accademico, si prefigge di ripercorre le tappe del pensiero e dell'opera di Umberto Eco, di recente scomparso. Non solo saggista, celebre narratore e docente universitario, ma eminente testimone dei fermenti sociali e culturali degli ultimi decenni.
Pag. 5-22
 


ESSAYS/RESEARCH STUDIES

ANTONELLO BORRA, Guittone all'"Inferno"?

Il contributo ripercorre la fortuna della poesia di Guittone d'Arezzo, alla luce del giudizio decisamente negativo espresso da Dante. Un giudizio estremamente autorevole, che peserà nei secoli sulla sua figura e sulla sua opera, che la storiografia contemporanea rivisita con ogni impegno.
Pag. 23-36
 


MATTEO BOSISIO, Etica cortese e dimensione fantastica: lettura delle novelle 'africane' del "Decameron"

Tunisi, Alessandria, Susa, costituiscono lo sfondo di alcune novelle del "Decamerone": una geografia esotica - e fantastica in buona misura - che concorre ad arricchire la complessità del 'reale' rappresentato nell'opera. Mondi arcani e pressoché sconosciuti in Occidente, al cui proposito filtrano di tanto in tanto poche e poco attendibili notizie.
Pag. 37-54
 


GABRIELLA SCARLETTA, Beheading the Elegy: Gender and Genre on the Scaffold of Bologna

Correva l'anno 1587, nella Bologna della piena Controriforma, quando la Giustizia del luogo emetta la sentenza capitale nei confronti della giovane Ippolita Passarotti e del suo amante. La decapitazione della fanciulla, appartenente all'aristocrazia locale, ispira una ampia gamma di componimenti, in versi e i prosa, prontamente recepiti dai orchi tipografici.
Pag. 55-76
 


PAOLA CORI, The "Zibaldone" as Leopardi's Self-Education

'Bildung' e 'Ausbildung' leopardiane attraversano l'intero corso delle oltre quattromilacinquecento pagine dello "Zibaldone", il 'journal intime' più singolare dell'intera storia della letteratura europea. Come in uno specchio, quel testo riverbera il confronto dell'autore con la filosofia antica e moderna, con la religione, con la spirale descritta dalla società civile, dai suoi albori ai primi decenni dell'Ottocento.
Pag. 77-91
 


ALESSANDRA MARRA, Rhetorical Strategies in Leoparid's "Zibaldone"

Della singolarità dello "Zibaldone" leopardiano nell'ambito della letteratura italiana ed europea fa fede la molteplicità dei registri stilistici e retorici, che si alternano con ritmi martellanti. Varie le tematiche affrontate nel corso della stesura dello 'scartafaccio', dalla filosofia alla filologia, alla storia, alla linguistica, alla poetica e all'estetica, per concentrarsi immancabilmente sulla 'scienza dell'uomo'.
Pag. 92-104
 


RENATO VENTURA, La spirale barocca ne "Il sorriso dell'ignoto marinaio": l'euritmia strutturale e la sperimentazione linguistica di Vincenzo Consolo

Nel 1976 appare "Il sorriso dell'ignoto marinaio" del siciliano Vincenzo Consolo, un romanzo la cui struttura è incentrata su un movimento 'a spirale', di chiara ascendenza barocca, sia pur reinterpretata in chiave post moderna. Il testo è pervaso da un vivo dinamismo che tuttavia non prelude a un approdo catartico, indulgendo piuttosto alla morfologia estetica e concettuale del labirinto.
Pag. 105-120
 


ANTONELLA STRAMBI, CLAIRE KENNEDY, WENDY DEKKER, "I'm just gonna put 'la' in there, everywehere": Researching Cognitive and Metacognitive Strategy Use in Tasks Focusing on Italian Object Pronouns

I tre autori intervengono sulla didattica dell'italiano, lingua - come è noto - dalla grammatica complessa e spesso ostica. Argomento specifico del contributo sono i pronomi personali in forma di complemento oggetto, declinati sia al maschile che al femminile.
Pag. 121-147
 


LITERATURE IN TRANSLATION

DANILA CANNAMELA, From "Si sbarca a New York", by Fausto Maria Martini

La novella intitolata "Si sbarca a New York" di Fausto Maria Martini (1886-1931), dall'inequivocabile sapore autobiografico, viene data alle stampe nel 1930. Una storia di emigrazione dall'Italia in America, come tante altre, destinata ad essere tradotta anche in inglese.
Pag. 148-165
 


INTERVIEWS

DANIELE FIORETTI, Raccontare la crisi: il cinema di Roberto Minervini

Nell'intervistare il regista della "Trilogia texana" e di molto altro, l'autore sottolinea il crudo realismo della sua macchina da presa, e la ferma intenzione di rappresentare una America assolutamente fuori dagli schemi e dai luoghi comuni.
Pag. 166-173
 


REVIEWS

MARCELLA CROCE, The Chivarlic Folk Tradition in Sicily: A History of Storytelling, Puppetry, Painted Carts and Other Arts

Jefferson , Ed. McFarland & C. - 2014
(Giacomo Striuli)
pag. 174-176

 

LUCILLA BONAVITA, Il cardinale Stefano Borgia. Un erudito del Settecento tra cultura e religione

Roma , Ed. Edicampus - 2014
(Giovanni Scarola)
pag. 176-179

 

RICHARD J. B. BOSWORTH, Italian Venice. A History

New Hawen-London , Ed. Yale U P - 2014
(Sebastiano Bazzichetto)
pag. 179-180

 

ANNA T. OSSANI, TIZIANA MATTIOLI, Anna Bonacci, Biografia per immagini

Rimini , Ed. Raffealli - 2014
(Daniela Cavallaro)
pag. 180-183

 

JAKOB S. D. BLAKESLEY, Modern Italian Poets: Translators of the Impossible

Toronto-Buffalo-London , Ed. U of Toronto P - 2014
(Enrico Minardi)
pag. 183-186

 

Elio Pagliarani. Tutto il teatro a cura di Gianluca Rizzo

Venezia , Ed. Marsilio - 2013
(Beppe Cavatorta)
pag. 186-188

 

SERGIO RIGOLETTO, Masculinity and Italian Cinema: Sexual Politics, Social Conflict and Male Crisis in the 1970s

Edinburgh , Ed. Edinburh U P - 2014
(Andrea Malaguti)
pag. 188-191

 

MATTEO LA GRASSA, La lingua dei segni per gli udenti, l'italiano per i sordi. Riflessioni per la dialettica delle lingue

Roma , Ed. Aracne - 2014
(Giulia Grosso)
pag. 191-193

 

MARCEL DANESI, Il cervello in aula! Neurolinguistica e didattica delle lingue

Perugia , Ed. Guerra - 2015
(Frank Nuessel)
pag. 193- 196