All for Joomla All for Webmasters


Chiara Portesine (Genova, 1994) sta svolgendo un dottorato di ricerca in «Culture e società dell’Europa contemporanea» presso la Scuola Normale di Pisa, dove si era già laureata con lode in Italianistica dopo un percorso di formazione legato prevalentemente a poeti sperimentali del secondo Novecento, e alle relazioni interdisciplinari tra poesia e arte (libri illustrati, cataloghi d’arte, ibridazioni tra linguaggi). Si è occupata a lungo di Emilio Villa da un punto di vista filologico (The Flippant Ball-Feel e l’armonia dinamica, 2017) e comparativo, tentando di inserire il suo profilo estravagante nel panorama intellettuale dell’epoca e pubblicando a quattro mani con Aldo Tagliaferri un saggio intitolato Emilio Villa e i suoi tempi: finestre per la monade (Mimesis, 2017). Ha approfondito le relazioni tra poesia e arte, investigando la collaborazione di Villa con il pittore Corrado Cagli (“Tarocchi” o “variazioni”? La collaborazione tra Emilio Villa e Corrado Cagli, 2017) e la prosa d’arte di Gianfranco Contini («Parificando inchiostri e colori»: Gianfranco Contini e la seduzione del figurativo; in pubblicazione). Ha pubblicato, infine, articoli su Andrea Zanzotto, Pier Paolo Pasolini, Giorgio Caproni e Corrado Costa, partecipando a convegni organizzati presso la Scuola Normale, l’Università di Napoli e quella di Genova.
Per Italinemo cura lo spoglio delle riviste «Italianistica» e «Letteratura&Arte».